Le tendenze di design dal Salone del Mobile 2018

Per noi del settore, ma anche per i semplici appassionati, ad aprile il Salone del Mobile di Milano è l’evento più atteso dell’anno. Qui arrivano e da qui partono nuove tendenze e stili per la casa. Questa è stata un’edizione affollata, per la concomitanza con il Salone Internazionale del Bagno e con EuroCucina, per la maggiore presenza di pubblico rispetto agli scorsi anni, ma anche per le tante novità presentate. Impossibile elencare tutti i trend, ma ne riassumo qualcuno. La mia classifica personale del Salone del Mobile (e del Fuorisalone) inizia con una coppia di colori più unita che mai e si chiude con la forma geometrica sempre perfetta, anche nel design.

Le tendenze di design dal Salone del Mobile 2018

#1 Il black & white

La coppia cromatica più celebre della storia del colore entra in tutti gli ambienti della casa, sugli arredi e sui rivestimenti. Nella moda è da sempre un abbinamento molto chic, nell’arredamento è un contrasto che crea effetti molto interessanti. Personalmente il bianco e nero mi piace molto e l’ho utilizzato anche nel progetto di interior design della mia nuova casa. Dedicherò al black & white un articolo più approfondito, per capire dove e quando usarlo, così avrò anche l’occasione di farvi entrare a casa mia… quella reale!

#2 Il potere della materia

Superfici belle da vedere e da toccare: le venature più o meno accentuate del legno, le raffinate texture del marmo, la naturalezza della pietra e la resistenza dei metalli sono solo alcuni degli effetti materici che hanno conquistato gli arredi (e anche me) durante il Salone del Mobile. Quando le singole materie si combinano tra di loro creano, come in natura, sensazioni tattili e visive uniche.

#3 Il dominio del Pink

Il Salone del Mobile ha confermato il Millenial Pink come tonalità protagonista di ambienti e arredi, come avevo già anticipato nell’articolo dedicato al bagno rosa – leggi l’articolo. Un colore che oggi esce dagli stereotipi di genere che associano il rosa solo ed esclusivamente al mondo femminile e che le nuove generazioni usano in maniera trasversale, così come l’interior design.

#4 Stanze monocromatiche

Quest’anno al Salone del Mobile, il colore ha tinto arredi, pareti e complementi fino a farli diventare un tutt’uno cromatico. Una sorta di “effetto camaleonte”, come mi piace definirlo, in cui ogni cosa, all’interno di una stanza dalle pareti colorate, quasi si mimetizza assumendone lo stesso colore o sfumature simili. In questo modo si creano ambienti monocromatici di grande tendenza e impatto visivo, anche se l’uso di un solo colore va dosato e scelto con attenzione, perché non deve rischiare di stancare. Se l’argomento vi incuriosisce, posso trattarlo in uno dei prossimi articoli. Che ne dite?

#5 A tutto tondo

The last but not the least, la forma geometrica che in assoluto conquistato il Salone del Mobile: il cerchio. Lampade, specchi, tavoli e tavolini, tappeti, decorazioni: la perfezione del cerchio viene declinata un po’ ovunque e piace ai designer per la sua apparente semplicità formale, che in realtà nasconde significati trascendentali. “Se il quadrato risulta legato all’uomo e alle sue costruzioni: all’architettura, alle strutture armoniche, alla scrittura ecc., il cerchio ha relazioni divine. Un cerchio ha rappresentato e rappresenta ancora l’eternità, non avendo principio né fine”, la sintesi di Bruno Munari è perfetta come definizione. E non serve davvero aggiungere altro.

E voi? Quali arredi, colori e forme vi hanno colpito di più al Salone del Mobile? Scrivete la vostra Top Five nei commenti!

Lascia un commento