Le regole e le icone di design per arredare la casa in stile nordico

Luminoso, accogliente essenziale. Basterebbero queste tre parole per descrivere uno degli stili più amati per l’arredo moderno: lo stile nordico. È detto anche scandinavo, perché arriva dal Nord Europa e mescola influenze di stili diversi, come il norvegese, il danese e lo svedese. Questo stile nasce in una zona precisa, ma è molto diffuso in tutto il mondo.
Ho provato ad immaginare un total look scandinavo per la casa moderna ed ecco, di seguito, il mio stile nordico ideale.

casa-nordica

Che cos’è lo stile nordico

Lo stile d’arredo nordico deriva dalla tendenza, tipica del secondo dopoguerra, a rinnovare e modernizzare vari aspetti della vita e della cultura, non ultimo il design. Questo rinnovamento nei paesi scandinavi è stato guidato dall’idea che nel design la forma deve seguire la funzione. I designer simbolo del Nord Europa (Arne Jacobsen, Alvar Aalto, Verner Panton, Hans Wegner) sono considerati grandi innovatori, proprio perché hanno modernizzato l’estetica dell’arredo partendo dalle funzioni tipiche della casa nordica che, a causa del clima rigido e delle lunghe notti, deve essere il più possibile calda e luminosa.

Il successo di questo stile è stato immediato e ha continuato ad essere molto apprezzato anche nei decenni successivi. Oggi questo tipo di arredo è proposto da molti marchi, dai più griffati a quelli low cost: lo stile nordico è adatto a tutte le tasche.

hans-wegner

La cucina nordica

Ci sono tre caratteristiche essenziali dell’arredo nordico, che non vanno mai dimenticate: bianco, legno e geometrie. Tenendo fermi questi tre elementi, ogni ambiente avrà, inevitabilmente, un sapore scandinavo. In cucina la luminosità del bianco e la naturalezza del legno possono caratterizzare non solo l’arredo, ma anche le pareti e il pavimento. Non guasta un tocco di nero sui profili dei mobili, sui serramenti e sui complementi per evidenziare la struttura geometrica e precisa dell’ambiente.

cucina-nordica

Come dicevo, il design scandinavo vanta nomi importanti e pezzi d’arredo indimenticabili, perfetti da inserire nella vostra casa in stile nordico. Il pezzo di design che vi consiglio per la cucina è la sedia Eames di Vitra: con la sua seduta in plastica e le gambe inclinate in legno è un vero e proprio classico, sempre citato nell’arredo scandinavo. Intorno al tavolo da pranzo, queste sedie daranno un tocco in più alla vostra cucina nordica.

eames-vitra

Il soggiorno nordico

La stanza principale della zona giorno è una delle più adatte ad essere arredata in stile nordico. Le caratteristiche da rispettare sono sempre le stesse: bianco, legno e semplicità geometrica. Qui però, possiamo inserire qualche dettaglio più colorato, per ravvivare e riscaldare la stanza: l’ideale è scegliere comunque tonalità chiare e colori pastello e limitarle a uno o due arredi, come la poltrona o il divano. Ho trovato alcune idee interessanti al Salone del Mobile, come quella nella foto. Pareti bianche, legno chiaro abbinato al nero sui tavolini e sulla libreria, qualche tocco di verde e una poltroncina rosa pastello: un esempio di salotto nordico da manuale.

salotto-nordico

Il pezzo di design per il salotto è Flowerpot, un lampadario a sospensione colorato e dalle geometrie semplicissime, firmato Verner Panton. Un oggetto di culto che darà spicco a tutto il living.

Flowerpot-Verner-Panton

La camera nordica

Comfort e relax: queste devono essere le sensazioni che si provano in una camera o in una cameretta dallo stile nordico, un rifugio accogliente in cui riposarsi e non pensare a nulla. Anche qui vale la regola di pavimenti e mobili in legno. La palette colori prevede, come sempre, il bianco abbinato a tonalità fredde di grigio. L’arredo deve essere sobrio ed essenziale: il letto, ampio e comodo, può anche non avere la testiera e al posto dei comodini si possono usare dei semplici sgabelli.

camera-nordica

Se una camera bianca e grigia vi sembra un po’ spenta potete ravvivarla aggiungendo dei tocchi di colore misurati su cuscini, coperte e tappeti. Sappiamo bene quanto siano importanti i tessili in camera per creare il design e l’atmosfera giusta. Il marchio danese Normann Copenhagen è un vero e proprio punto di riferimento per l’arredamento scandinavo ed ha creato una serie di cuscini, corredi letto e tappeti perfettamente coerenti con questo stile, che possono portare un po’ di vivacità nel design della camera senza per questo snaturarla.

Il bagno nordico

Anche in bagno, le regole del gioco sono le stesse. Il bianco ottico sta benissimo sulle pareti e può essere accostato al legno sul top, sui moduli a giorno e sulle mensole. Per aumentare la luminosità dell’ambiente, è bene che il legno utilizzato sia chiaro. Per accentuare le geometrie e creare un ambiente pulito e semplice, meglio evitare le forme curve: niente mobili con i frontali arrotondati e via tutti gli elementi che possono risultare in qualche modo “superflui”, come lavabi e maniglie. Meglio scegliere un top con lavabo integrato e frontali con maniglie integrate o a gola. L’insieme deve risultare fresco e leggero, perciò si prestano a questo tipo di design le consolle o i mobili con base sospesa, come quello in foto, della nostra collezione Rush.

bagno-nordico

Il pezzo di design che vi consiglio per il bagno è leggero e impalpabile e risulta sempre modernissimo, nonostante il passare del tempo. È il vaso IIttala di Alvar Aalto, nella versione classica in vetro trasparente o in uno dei tanti colori disponibili. La sua forma fluida richiama i movimenti dell’acqua ed è perfetta per il bagno. Potete appoggiarlo sul top e decorarlo con un fiore fresco, oppure lasciarlo vuoto: un dettaglio così, non ha bisogno di molto per spiccare.

Ora che abbiamo visto quali sono le caratteristiche principali dello stile nordico, fatemi sapere se vi piace e se lo avete già scelto (oppure lo scegliereste) per arredare casa vostra.

iittala-alvar-aalto

Lascia un commento