Parquet nella stanza da bagno? Perché no?

Lo scorso anno avevo pubblicato un articolo su come e quando usare il legno in bagno: c’è chi dice no (per citare una nota canzone) mentre io dico sì. Sono d’accordissimo con me anche il mio ospite Riccardo Fiorina e l’intervistato Mirko De Blasio, un esperto del settore. Se avete dubbi sul legno in bagno, dopo aver letto questo articolo non ne avrete più!

RICCARDO FIORINA, GIORNALISTA E CONSULENTE TECNICO DI H25
Intervista a Mirko De Blasio, Responsabile Commerciale Italia di Kährs

Scegliere il legno per la pavimentazione è una scelta coraggiosa e condivisibile anche in bagno.
Il sopracciglio si alza, la fronte si corruga, fosse un fumetto avrebbe sopra la testa una decina di punti interrogativi. Di solito è questa la reazione di chi si sente dire: “Per il pavimento e per le pareti della stanza bagno, avremmo scelto il legno: vorremmo un bel parquet”.
E perché no? Ce lo spiega Mirko De Blasio di Kährs, azienda svedese che lavora il legno da oltre 160 anni ed è oggi uno dei più antichi ed innovativi produttori di pavimenti in legno prefiniti al mondo.

parquet in bagno

Quindi, come si sceglie il parquet giusto per la stanza da bagno?
Dipende dal gusto. Come per ogni altra stanza della propria casa la scelta deve essere estetica. Perché può essere molto piacevole l’effetto del legno, che dalla stanza da letto vi accompagna in bagno. Oppure, che parta dal corridoio ed entri in bagno: può essere un compagno caldo e accogliente. Mentre dal punto di vista cromatico, si dovrebbero seguire i colori dominanti nel resto dell’arredamento.

ispirazione legno in bagno

E il legno migliore?
Il rovere è perfetto, forse un po’ meno quelli più teneri come il faggio o la betulla. Così come eviterei quelli più “nervosi” come l’acero canadese. Meglio puntare su un pavimento con un trattamento superficiale a vernice piuttosto che ad olio. L’acqua infatti contiene calcare e se non viene rimossa in tempi brevi potrebbe creare degli aloni.

pavimento bagno in legno

Ecco, appunto, l’acqua. Quali danni può causare al parquet?
Nessuno. Se il serraggio delle tavole è fatto in maniera idonea non ci saranno problemi. E l’aggancio meccanico a clic da sicuramente maggiori garanzie di quello a maschio/femmina, che è sempre soggetto all’intervento del posatore. Meglio eseguire una sigillatura delle fughe a lavoro finito per evitare infiltrazioni tra le tavole. Altrimenti il parquet rischia di gonfiarsi.

Sta crescendo in Italia la scelta del parquet per il bagno?
Sì, è un trend in costante crescita e viene installato anche in verticale, a parete.

pareti bagno in legno

Lascia un commento