Linee nere per un bagno grafico e originale

Linee nere per un bagno grafico e originale

I profili neri in bagno sono di grande tendenza e li ho scelti anche per il bagno della mia nuova casa… quella reale. Le linee nere esaltano le geometrie e trasformano elementi strutturali o accessori in decorazioni particolari. I dettagli neri mi piacciono molto, perché trasformano il bagno in una scenografia bidimensionale che accentua volumi, simmetrie ed equilibri: per questo stanno bene nei grandi come nei piccoli ambienti.

Certo, prima di introdurre questi elementi in bagno, meglio pensarci bene. Sono dettagli di forte impatto visivo, che devono essere incorporati in un contesto studiato ad hoc. Ci sono diversi modi per seguire il trend delle linee nere in bagno. Voglio darvi qualche spunto proponendovi soluzioni più o meno radicali, per ottenere un bagno da veri design addicted.

Pareti teatrali

Questa prima idea è per chi vuole stupire con “effetti speciali”. Realizzarla è semplice: basta rimarcare gli spigoli delle pareti con spesse linee nere. Si ottiene un effetto pop e quasi caricaturale, in cui le linee prospettiche emergono in tutta la loro forza e ridefiniscono gli spazi. Una scelta forte, per questo il mio consiglio è di usarla solo in ambienti total white o con arredi minimal.

Profili neri per la doccia

Molto in voga anche i profili neri per l’ambiente doccia. Un dettaglio che evidenzia i contorni facendoli diventare protagonisti della stanza. Le linee nere incorniciano trasparenze e riflessi e disegnano geometrie che sembrano sospese a mezz’aria, come moderne illusioni ottiche.

Accessori in primo piano

Una scelta di design meno invasiva, ma pur sempre d’effetto consiste nello scegliere accessori total black. I piedini in metallo dei mobili, i dress holder, i portasciugamani, la rubinetteria: in nero questi dettagli assumono un nuovo fascino e diventano elementi chiave dell’arredo bagno.

Sulle pareti, sull’arredo o sugli accessori, una cosa è certa: le linee nere sono uno dei trend più originali del 2018.

Lascia un commento