Le tendenze del Salone del Mobile 2019

Il tanto atteso Salone del Mobile di Milano ormai è alle porte, ma quali sono le tendenze di quest’anno? Oggi è mio ospite Massimo Rosati, architetto, giornalista e nonché fondatore di www.designstreet.it, che ci racconterà nel dettaglio le 4 macro-tendenze che esploderanno in questo 2019.

MASSIMO ROSATI, ARCHITETTO, GIORNALISTA E FONDATORE DI WWW.DESIGNSTREET.IT

Da qualche anno a questa parte individuare le tendenze dal Salone del Mobile non è più così facile. Non perché le aziende tengano segrete le novità fino alla vigilia di quello che è il più grande evento di design al mondo. Anzi…
Ma perché oggi le tendenze sono diventate molto più “fluide” e meno definite di un tempo. Materiali e stili, forme e colori si intrecciano e si sovrappongono, proprio come succede già da tempo nel settore della moda.
Esistono piuttosto delle macro-tendenze meno “volatili”. Che cioè non sbocciano e appassiscono in una stagione, come i fiori a primavera. Al contrario. Che possono durare anche diversi anni, trasformandosi, arricchendosi, passando da un ambiente della casa all’altro, fino a quando non hanno esaurito tutta la loro forza dirompente. Solo allora, quando si sono espresse in tutte le forme possibili, lasciano spazio a nuove macro-tendenze.
Ma vediamo nel dettaglio le 4 macro-tendenze più attuali; quelle che, ne siamo certi, esploderanno nel corso del 2019.

1. Lo stile Terrazzo Veneziano

Continua la scoperta di materiali naturali. Dopo aver esplorato tutte le finiture dei metalli, in particolare il rame, il bronzo e l’ottone (lucido o brunito), quest’anno il protagonista è il marmo. La pietra naturale viene utilizzata sempre di più per i top dei coffee-table e dei tavoli da pranzo, nelle cucine e nelle sale da bagno, negli accessori e nei complementi d’arredo.
All’interno di questa macro-tendenza, la tendenza di quest’anno è sicuramente il cosiddetto “terrazzo veneziano”. Una scenografica lavorazione (detto anche seminato o palladiana) usato anticamente nelle ville della Serenissima ed entrato oggi in maniera creativa anche nell’arredamento. Il “terrazzo” con il suo particolare aspetto maculato, oggi è il protagonista assoluto di oggetti e complementi, ma anche di tappeti e carte da parati.

2. I colori opachi

La seconda macro-tendenza che segnaliamo è il ritorno ai colori tipici della cultura scandinava. Sono perlopiù colori pastello dai toni tenui, opachi, satinati. Non brillanti né vivaci. Parliamo del rosa cipria, dell’azzurro polvere, del verde salvia, del giallo ocra e del blu carta da zucchero, dell’arancione spento. Sono colori eleganti e delicati. Possono essere chiari o scuri, ma mai brillanti o vivaci! All’interno di questa seconda macro-tendenza, le tendenza di quest’anno sono due tonalità: il rosa cipria e il verde salvia.

 

interior-harry-nuriev
Uno spazio domestico firmato dal designer russo Harry Nuriev

 

heartbreaker-thorpe-moroso
Heartbreaker è il divano rosa cipria disegnato da Johannes Thorpe per Moroso

3. I pouf

Non si può certo dire che il pouf sia una novità… esiste da secoli nell’arredamento. Ma a dimostrazione che la macro-tendenza dei pouf sia viva, basta guardare quanto spazio le principali aziende di design danno a questo complemento, a torto considerato fuori moda.
Usato come seduta, come poggiapiedi o come pratica base d’appoggio per la zona divani il pouf torna prepotentemente protagonista dell’interior design. E anche per questa macro-tendenza abbiamo scovato una tendenza che segnerà il 2019. Parliamo dei pouf con lo schienale. Un’alternativa informale alla poltroncina, una versione più comoda e accogliente del tradizionale pouf.

Fendi_Casa_Thea_poltrone
Thea Armchairs di Fendi Casa

4. Le frange

Chiudiamo questo viaggio fra le tendenze del 2019 con un altro grande ritorno: quello delle frange. Un look decisamente vintage che però sta tornando fra i protagonisti più interessanti nell’arredamento di oggi. La “febbre delle frange” ha contagiato aziende e designer, complice anche un ritorno (una macro-tendenza, appunto) ad uno stile più classico. Lampade, specchi, divani e poltrone si “vestono” dunque con passamanerie e frange facendo tornare attuali soluzioni stilistiche che sembravano tramontate. Ma nel design, come nella moda, le tendenze ritornano sempre. Basta saper aspettare!

Il filo conduttore di queste tendenze ci racconta di una casa nuova e “antica” al tempo stesso.La casa del 2019 sarà quindi arredata in modo elegante, caldo, raffinato, con grande attenzione al comfort ma anche ai dettagli e alla scelta dei materiali. Un look ispirato al passato ma interpretato con un gusto moderno. Uno stile classico ma adatto allo stile di vita contemporaneo.

Lascia un commento